Corinaldo, il minorenne indagato si difende: "Non ero lì"

C’è anche un minore tra gli otto indagati per la tragedia nella discoteca di Corinaldo, vicino ad Ancona, al concerto di Sfera Ebbasta. Si tratta del ragazzo identificato a Senigallia insieme a una coppia di maggiorenni e indicato da testimoni come il giovane che ha spruzzato lo spray al peperoncino. Il ragazzo è indagato per omicidio preterintenzionale, lesioni dolose e colpose ma non è stato ancora sentito dalla Procura dei Minori. La nonna del ragazzino lo difende: "Non era in discoteca, è stato con la sua ragazza tutta la notte". Dubbi degli inquirenti sulla sua effettiva colpevolezza. Le altre sette persone sono sotto inchiesta per la gestione e la sicurezza del locale.