Coppia si uccide per debiti a Prato, un'amica: Vite parallele
I coniugi raccontavano di voler andare in Bulgaria, i cadaveri ritrovati a un mese dalla morte

"Penso che abbiano vissuto come due vite parallele, facendo credere a tutti di andare in Bulgaria mentre invece pianificano questo gesto". Lo ha raccontato a 'La vita in diretta' su Rai1 un'amica di Lucio, 51 anni, e Grazia, 47, marito e moglie di Poggio a Caiano, in provincia di Prato. I coniugi, che avevano raccontato a tutti che sarebbero andati in Bulgaria per cominciare una nuova vita, si sono uccisi per l'impossibilità di pagare il mutuo, dopo essere rimasti a lungo senza lavoro. I cadaveri sono stati scoperti lunedì 25 aprile, a un mese dalla morte, nella camera da letto della loro abitazione, dopo la richiesta di intervento di una vicina. Nella lettera di addio trovata vicino ai corpi la richiesta di "essere dimenticati".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata