Cooperante italiana rapita in Algeria è in Mali, in mano ad al-Qaeda

Bamako (Mali), 31 ott. (LaPresse/AP) - La cooperante italiana e le due operatrici umanitarie spagnole rapite lo scorso 22 ottobre da un campo profughi in Algeria si trovano attualmente in Mali. Lo ha fatto sapere Ibrahim Ag Mohamed Assaleh, un parlamentare di Bamako, spiegando che gli ostaggi sono in mano ad al-Qaeda in Maghreb islamico. Le tre donne sono state sequestrate in un campo gestito dal Fronte Polisario, movimento che cerca di ottenere l'indipendenza del Sahara occidentale per il popolo saharawi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata