Continuano i roghi in Sicilia: Alfano a Palermo per l'emergenza
Il ministro oggi in prefettura nel capoluogo siciliano mentre migliora la situazione

Il ministro dell'Interno, Angelino Alfano sarà oggi a Palermo, dove alle 11, presiederà, presso la prefettura, una riunione tecnica sull'emergenza incendi che sta divampando in Sicilia. Lo si apprende da una nota del Viminale. La Sicilia è ancora interessata da piccoli incendi, anche se l'emergenza sta rientrando e la situazione, secondo quanto spiegato a LaPresse dalla Protezione civile regionale, "è in deciso miglioramento". A Cefalù resistono piccoli focolai, con diversi vigili del fuoco al lavoro. Al momento sono attivi tre Canadair: uno sul Monte Pellegrino, uno a Castellaccio di Monreale e uno a Castellammare del Golfo, in provincia di Trapani.

Secondo quanti spiegato dai vigili del fuoco di Palermo a LaPresse al momento l'unità di crisi è attiva a Cefalù, nel Palermitano. Nella Regione rimangono dei piccoli focolai sparsi, ma la situazione rimane "sotto controllo". Diversi mezzi sono in azione, in particolare nella provincia di Palermo.
Ieri era stato evacuato un asilo a Monreale nel palermitano, mentre a Cefalù era pronto all'evacuazione l'ospedale locale. Anche a Palermo è divampato un incendio per cui è stato necessario evacuare alcuni palazzi nella zona delle case popolari in via Fileti e in via Bonanno. Sul rogo sono impegnati i vigili del fuoco, i carabinieri e la forestale.

"La situazione è abbastanza sotto controllo - hanno spiegato - e interventi di rilievo sono stati effettuati in prossimità dell' Hotel Costavedere e di un resort. Abbiamo evacuato, considerando gli ospiti dell'hotel e del resort, oltre 100 persone, ma non siamo ancora in grado di dire se l'incendio è doloso, ci sono venti di scirocco e alte temperature favorevoli al propagarsi delle fiamme. Non risultano abitazioni distrutte o danni a persone, ma nella zona di Lascari un fabbricato si è incendiato".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata