Conte chiama Daisy: "Non è razzismo"
Il premier Conte, che rientra oggi a Roma, ha telefonato a Daisy Osakue, l'alteta azzurra ferita a un occhio domenica notte a Moncalieri mentre rincasava, colpita con un uovo lanciato da un'auto in corsa. "Anche lei esclude la matrice razzista", ha dichiarato il presidente del Consiglio che ha precisato: "Il governo condannerà sempre il razzismo". Intanto un nuovo episodio di intolleranza arriva da Roseto, in Abruzzo: un 39enne italo-senegalese è stato respinto all'Asl e ha presentato una denuncia. "Vattene non è l'ufficio del veterinario", gli avrebbe detto l'impiegato allo sportello