Coldiretti: Allarme fulmini e maltempo in campagna
Un avviso di condizioni meteorologiche avverse è stato emesso dal dipartimento della protezione civile per il centro Nord

"E' allarme nelle campagne per l'arrivo del maltempo annunciato con forti temporali accompagnati da fulmini e dalla grandine che è la calamità più temuta dagli agricoltori in questa stagione perché provoca danni irreparabili alle coltivazioni vanificando il lavoro di un intero anno, con effetti economici ed occupazionali". E' quanto afferma la Coldiretti nel commentare l'avviso di condizioni meteorologiche avverse emesso dal dipartimento della protezione civile per il centro Nord con rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento.

Il maltempo che ha colpito duramente in Europa con feriti da fulmini in Francia e Germania preoccupa anche in Italia con una allerta gialla per la possibilità che un evento calamitoso si verifichi sul territorio regionale le cui conseguenze potrebbero ripercuotersi sull'incolumità della popolazione. In Italia ogni anno, riferisce la Coldiretti, cadono più di 600.000 fulmini e la maggioranza di quelli che si abbattono sugli edifici danneggiano soprattutto i campanili e le guglie mentre all'aperto è bene stare lontano dagli alberi. Preoccupazione anche nelle campagne si trovano in piena stagione produttiva per cereali, frutta e verdure mature che gli agricoltori sono impegnati a raccogliere all'aperto.

Il repentino capovolgersi del tempo, prosegue Coldiretti, è una conferma dei cambiamenti climatici in atto che in Italia si manifestano con ripetuti sfasamenti stagionali ed eventi estremi anche con il rapido passaggio dalla siccità all'alluvione, precipitazioni brevi e violente accompagnate anche da grandine con pesanti effetti sull'agricoltura italiana che negli ultimi dieci anni ha subito danni per 14 miliardi di euro a causa delle bizzarrie del tempo. "Di fronte al ripetersi di queste situazioni imprevedibili - conclude la Coldiretti - diventa sempre più importante il crescente ricorso all'assicurazione quale strumento per la migliore gestione del rischio".
 


 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata