Coldiretti: 85% italiani vuole Expo 2015 libera da Ogm

Roma, 13 set. (LaPresse) - Per la Coldiretti, l'85 per cento degli italiani vorrebbe che all'Expo sia valorizzata "l'agricoltura di qualità senza Ogm che l'Italia ha fatto giustamente la scelta di non coltivare". E' quanto emerge da una indagine Ipr marketing divulgata dalla 'Task force per una Italia libera da Ogm' che conferma la contrarietà al biotech nei campi nazionali di quasi 8 italiani su 10 (76 per cento). Dalla ricerca emerge che "gli organismi geneticamente modificati (Ogm) in agricoltura non pongono solo seri problemi di sicurezza ambientale e alimentare, ma soprattutto perseguono un modello di sviluppo che è il grande alleato dell'omologazione e il grande nemico del Made in Italy".

Nell'Unione Europea, secondo la task force, nonostante l'azione delle lobbies che producono Ogm, nel 2013 sono rimasti solo cinque, sui ventotto, i paesi a coltivare Ogm (Spagna, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia e Romania), con appena 148mila ettari di mais transgenico MON810 piantati nel 2013, la quasi totalità in Spagna (136.962 ettari). Si tratta quindi di fatto di un unico Paese (la Spagna) dove si coltiva un unico prodotto (il mais MON810) nonostante le promesse sulle proprietà miracolistiche.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata