Cielo coperto, poi di nuovo la neve: il meteo 28 febbraio e 1 marzo
Le previsioni in Italia a cura dell'Aeronautica militare

Le previsioni per mercoledì 28 febbraio in Italia a cura dell'Aeronautica militare.

Nord: cielo irregolarmente nuvoloso sulle regioni occidentali e sulla Lombardia con successivo aumento della nuvolosità e possibili locali precipitazioni, che assumeranno eventualmente carattere nevoso a bassa quota sulla Liguria riguardando le aree alpine e prealpine piemontesi e la Valle D'Aosta; nuvolosità variabile sul resto del settore ma con scarsa probabilità di fenomenologia precipitativa se non sulle aree alpine e localmente su veneto e Emilia Romagna orientale; gelate diffuse nelle ore notturne.

Centro e Sardegna: nuvolososità irregolare sull'Umbria e sulle regioni adriatiche, con residua instabilità ma con scrsa probabilità di fenomeni precipitativi se non sulle aree costiere di marche ed abruzzo, ove essi potranno risultare localmente a carattere nevoso; parzialmente nuvoloso sul resto del settore con maggiori addensamenti sulla Sardegna, ove saranno possibili locali fenomeni precipitativi, talvolta a carattere nevoso sulle aree interne; copertura nuvolosa in intensificazione durante la giornata con tendenza a nuvolosità compatta in serata quando si avranno possibili precipitazioni che potranno assumere carattere nevoso a quote collinari e pioggia congelantesi o mista a neve localmente in pianura; gelate nel corso della notte ed al mattino. 

Sud e Sicilia: inizialmente irregolare nuvolosità su sicilia tirrenica e Calabria, con aumento della copertura e possibilità di locali precipitazioni che potranno assumere carattere nevoso sui rilievi; parzialmente nuvoloso sul resto del settore con maggiori addensamenti sulle aree costiere di molise e puglia garganica ove non saranno esclusi locali fenomeni precipitativi, eventualmente a carattere nevoso; tendenza a generale aumento della nuvolosità e dei fenomeni dalle ore serali.

Temperature: minime in diminuzione sull'arco alpino, al centro-sud, e su Emilia Romagna, in lieve aumento su Friuli Venezia Giulia e Veneto, generalmente stazionarie sulla restanti aree della pianura padana; massime in lieve flessione sulle due isole maggiori, in tenue rialzo su Friuli Venezia Giulia, alta Toscana ed Emilia Romgana occidentale, senza variazioni di rilievo sul resto del paese.

Le previsioni per giovedì 1 marzo in Italia a cura dell'Aeronautica militare.

Nord: cielo molto nuvoloso o coperto con nevicate a quote pianeggianti deboli ma diffuse, più intense su basso Piemonte, Liguria, Emilia Romagna centromeridionale; nel pomeriggio i fenomeni nevosi si intensificheranno sulle aree pianeggianti di Lombardia e Veneto e coinvolgeranno anche il restante territorio emiliano-romagnolo; attese precipitazioni congelantesi dalle ore serali sull'Emilia Romagna sud-orientale, mentre i fenomeni si attenueranno sulle regioni occidentali.

Centro e Sardegna: al mattino molte nubi compatte sull'isola con deboli rovesci sul settore centrorientale, ma in attenuazione dalle ore pomeridiane; nubi alternate a schiarite nella seconda parte della giornata; cielo molto nuvoloso o coperto sulle regioni peninsulari con nevicate deboli ma diffuse a bassa quota, più intense lungo l'area appenninica e sui rilievi marchigiani più settentrionali; durante la mattinata attenuazione dei fenomeni nevosi su Toscana centromeridionale, Umbria e Lazio che saranno sostituiti da deboli piogge sparse e qualche locale rovescio che poi interesserà nel pomeriggio anche le Marche meridionali e, dalle ore serali l'Abruzzo. Tali precipitazioni potranno avere anche carattere congelantesi al mattino tra lazio settentrionale ed Umbria meridionale e, dalle ore pomeridiane, tra rilievi toscani più orientali, nord Umbria e Appennino marchigiano.

Sud e Sicilia: molte nubi compatte un po ovunque con deboli nevicate sparse a quote basse su Molise, Campania, Puglia centrosettentrionale e Basilicata, e deboli rovesci o temporali sui versanti ionici di Sicilia e Calabria. Durante la mattinata generale attenuazione dei fenomeni nevosi che lasceranno spazio a piogge o rovesci sparsi su tutto il settore, in lieve intensificazione dalla serata. Le precipitazioni potranno assuemre carattere congelantesi al primo mattino tra rilievi campani e Basilicata e successivamente sull'area molisana.

Temperature: minime senza variazioni di rilievo sulle aree pianeggianti del Piemonte, Veneto e Friuli Venezia Giulia; in aumento altrove, più deciso su alpi e regioni tirreniche centromeridionali; massime in diminuzione suLiguria centrorientale e pianura padana; stazionarie lungo le coste nord-adriatiche e toscane, in rialzo altrove, più sensibile su alpi e prealpi, rilievi appenninici centrali e sulle restanti aree delle regioni tirreniche centromeridionali. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata