Cielo coperto e possibili rovesci: il meteo del 7 e 8 giugno

Le previsioni del servizio meteorologico dell'aeronautica militare per giovedì 7 giugno.

Nord: molto nuvoloso su aree alpine, prealpine ed appenniniche con rovesci e temporali sparsi in intensificazione in mattinata ed in estensione ai restanti settori di Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia e Veneto settentrionale. Nel pomeriggio peggioramento anche sulle rimanenti zone con fenomenologia più diffusa e localmente intensa sull'area occidentale piemontese e in serata anche sull'Emilia Romagna. Nella notte temporanea attenuazione dei fenomeni sul nord-est.

Centro e Sardegna: molte nubi sulla Sardegna con rovesci e temporali diffusi e localmente anche intensi, in attenuazione dalle ore serali. Parzialmente nuvoloso sulle regioni peninsulari con incremento di nuvolosità in mattinata associata a deboli piogge e locali rovesci anche temporaleschi che dal settore appenninico si estenderanno durante il pomeriggio alle restanti zone ad iniziare dalla Toscana; i fenomeni saranno meno probabili sulle coste adriatiche. In serata peggioramento ulteriore sulle regioni tirreniche e sull'Umbria, con precipitazioni diffuse, localmente intense sul Lazio.

Sud e sicilia: da poco a parzialmente nuvoloso con ampie velature nel corso della giornata sulle regioni peninsulari; nel pomeriggio incremento di nuvolosità sul Molise e sulle zone interne della campania con isolati piovaschi in assorbimento serale; nella notte si intensifica la nuvolosità sulla Sicilia.

Temperature: minime in lieve calo sul ponente ligure; stazionarie o in lievissimo rialzo su Pianura Padana centro-orientale, Sardegna orientale e Puglia salentina; in aumento altrove, più deciso su Lazio e regioni tirreniche meridionali; massime in calo su Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Sardegna, coste ioniche della Basilicata e sulla Sicilia orientale; senza variazioni di rilievo su Valle d'Aosta, Piemonte, Liguria di ponente, Emilia-Romagna occidentale e lungo le aree costiere delle regioni centrali adriatiche; in leggero rialzo sul resto del Paese, più marcato sulle aree tirreniche meridionali.
Venti: moderati dai quadranti orientali su Calabria e Sicilia con locali ulteriori rinforzi, specie sulle zone meridionali dell'isola; da deboli a moderati settentrionali sulla Sardegna; deboli variabili altrove, con prevalenza di regime di brezza ma rinforzi da sud-est dal pomeriggio sulla Puglia garganica. 
Mari: da mossi a molto mossi lo stretto di Sicilia ed il basso Ionio; mossi il mare e canale di Sardegna ed il basso Tirreno; generalmente poco mossi gli altri bacini, con moto ondoso in intensificazione serale sul restante mar Tirreno.

Le previsioni del servizio meteorologico dell'aeronautica militare per venerdì 8 giugno.

Nord: molte nubi ovunque con rovesci e temporali sparsi sul settore centroccidentale, Trentino-Alto Adige e Veneto, più diffusi ed intensi al mattino sull'Emilia-Romagna centrorientale; nel pomeriggio deboli fenomeni temporaleschi si estenderanno anche al Friuli-Venezia Giulia, in attesa di una decisa attenuazione serale su nord-ovest, Lombardia, area trentina e settore veneto centroccidentale, con spazi di sereno sempre più ampi.

Centro e Sardegna: sull'isola cielo coperto con deboli piogge o temporali in esaurimento dalle ore serali; cielo molto nuvoloso altrove con frequenti piogge, rovesci e temporali, anche intensi al mattino su Toscana orientale e Marche; dal tardo pomeriggio graduale attenuazione dei fenomeni, che poi si esauriranno in serata sull'area marchigiana meridionale, Abruzzo e basso Lazio, dove sono attese parziali schiarite.

Sud e Sicilia: molte nubi compatte su Molise, Campania, Puglia garganica, e sulle aree tirreniche di Basilicata, Calabria e Sicilia con deboli rovesci, in riduzione serale sulle regioni adriatiche e sull'isola; cielo sereno o con transito di spesse velature sul restante meridione.

Temperature: minime in lieve flessione sulle arre pianeggianti centrorientali del nord, Sardegna, Puglia e Basilicata ionica; in tenue rialzo su Umbria, Lazio, Appennino abruzzese, Campania, Basilicata tirrenica e Calabria; senza variazioni di rilievo altrove; massime in decisa diminuzione su Piemonte occidentale, Lombardia, Trentino-Alto Adige, Veneto, Emilia-Romagna, gran parte delle regioni centrali peninsulari, Calabria tirrenica e sulla Sicilia centroccidentale; in lieve aumento su Sicilia orientale, stazionarie su Valle d'Aosta, restante territorio piemontese, Abruzzo, aree interne molisane e sulla Basilicata; in lieve aumento su Ponente ligure, Friuli-Venezia Giulia, Salento, Calabria ionica e sulla Sicilia orientale; stazionarie sul resto del Paese.
Venti: deboli variabili al nord; da deboli a moderati dai quadranti occidentali al centro e sulle regioni meridionali tirreniche, con locali rinforzi su Calabria e Sicilia; da deboli a moderati sudorientali sul resto del Paese.
Mari: molto mossi il canale d'Otranto e lo Ionio; da mossi a molto mossi il basso Tirreno ad ovest e lo stretto di Sicilia; da poco mossi a mossi il mar Ligure, il Tirreno settentrionale; poco mosso l'Adriatico settentrionale; mossi i restanti bacini.
 



 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata