Chieti, ritrovati senza vita fratelli di 11 e 14 anni dispersi a Ortona

Milano, 15 ago. (LaPresse) - Sono stati ritrovati senza vita i corpi dei due ragazzini stranieri, scomparsi nelle acque di Ortona, nel Chietino, questa mattina, mentre erano a fare il bagno con loro padre, che è stato invece tratto in soccorso. Da fonti dei soccorritori confermano che i giovanissimi fratelli, di 11 e 14 anni, sono stati ritrovati nei pressi della stazione di Tollo, nella parte nord di Ortona, riversi a poca distanza l'uno dall'altro sulle scogliere frangiflutti che si trovano in quel tratto di mare. Secondo le prime ricostruzioni, i tre protagonisti di questa tragica vicenda erano sulla spiaggia libera, dunque priva di segnaletica sulla bagnabilità, mentre tutti gli stabilimenti della zona la bandiera era rossa. Quelle che dovevano essere ore di svago per Ferragosto si sono trasformate in un dramma: sorpresi dalle correnti e dalle onde, il padre e i 2 figli hanno provato a mettersi in salvo, ma c'è riuscito solo il genitore. I ragazzini sono stati spariti nelle acque e dopo poche ore, in cui sono scattate immediatamente le ricerche a tappeto di Guardia Costiera, Arma dei Carabinieri e Vigili del Fuoco, col supporto del 118, sono stati ritrovati senza vita, a pochi metri di distanza.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata