Charlie Hebdo, edicole italiane prese d'assalto: subito esaurito

Torino, 14 gen. (LaPresse) - Charlie Hebdo è esaurito: non solo in Francia, ma anche nelle edicole d'Italia, allegato al Fatto Quotidiano che oggi aveva una tiratura di 260mila copie. Per fronteggiare il fenomeno, domani il quotidiano raddoppia: uscirà di nuovo con il settimanale satirico francese con una tiratura di altre 260mila copie.

Tra previdenti che lo hanno prenotato e mattinieri che si sono recati nelle edicole italiane per l'apertura, la maggior parte delle copie sono andate esaurite in poche ore, e in certi casi nell'arco di minuti: da Bolzano, dove le venti copie ricevute dall'edicola Giaconi "sono finite entro le 8 del mattino", a Ragusa, dove nell'edicola di Rosanna Campo "Sono finite nel giro di un'ora, perché c'è stata tanta pubblicità, ne avevamo una decina ma avrebbero dovuto mandarne di più".

A Torino, all'edicola Akropolis nella centralissima piazza Castello, "ne sono arrivate 25, ma sono andate via subito tutte appena aperto". Per l'edicolante di via Foligno a Torino "ne hanno mandate solo 6 e le ho vendute tutte appena aperto. Ma se ne avessi ricevute 50, sarebbero andate via tutte lo stesso".

Stessa storia a Firenze. "Ne sono arrivate di più del solito ma avevo 15 prenotazioni già da ieri quindi sono andate tutte. Ci voleva una fornitura straordinaria, almeno 100 copie" dicono dell'edicola di Maurizio Paterna di via della Colonna. A maggior ragione per chi ha ricevuto il solito numero di copie: "Ce ne sono arrivate 5, finite tutte subito", raccontano dall'edicola Fanfani di via Porta Rossa, in centro città.

Stesse parole a Napoli: all'edicola in piazza Garibaldi, di fronte alla stazione, "le dieci copie ricevute sono andate via subito". "Solo dieci copie - anche all'edicola Cuomo di Capodimonte - che abbiamo finito subito, ma se ne avessimo avute 50, le avremmo finite subito lo stesso".

Una maggiore distribuzione non è bastata ad accontentare la richiesta. L'edicola di Pierluigi Barone, nel centro di Milano tra le fermate della metropolitana Duomo e Cordusio, ne ha ricevute "40, ma per le 8 erano andate tutte". "Ne abbiamo ricevute dieci copie e alle 7 del mattino le avevamo già terminate" raccontano dall'edicola Zelo di viale Monza a Milano. "Ne avevamo 25 - gli fa eco Gianluca Asinaro, dell'edicola di piazza Oberdan - e per le 7 del mattino erano tutte esaurite".

Il discorso vale ovviamente anche per Roma, anche con una fornitura superiore al solito e alla media delle altre città italiane. Sulla Flaminia Vecchia, all'edicola di Marco Barca "Sono arrivate una trentina di copie, ma per le 9 e mezza le abbiamo finite". "Ce ne sono arrivate tante, almeno 30 copie, ma i più se lo son fatto mettere da parte e di prima mattina erano terminate tutte" dice Patrizia Albertazzi dell'edicola via Lampidrio Cerva, vicino alla Laurentina. "Ne avevamo 40, sono andate alle 4 del mattino. Sì, alle 4, la metà erano prenotate. Inutile sprecare tempo a cercarle, sono esaurite in tutta Roma", dice Andrea Verginelli, edicolante di piazzale delle Provincie tra il Policlinico e la stazione Tiburtina. Un discorso che, a quanto pare, vale per tutta Italia. E c'è da scommettere che varrà anche per domani.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata