Centrafrica,Papa:Quando tempi sono difficili riunitevi intorno al Signore

Bangui (Repubblica Centrafricana), 30 nov. (LaPresse) - "È bene, soprattutto quando i tempi sono difficili, quando le prove e le sofferenze non mancano, quando l'avvenire è incerto e ci si sente stanchi, temendo di non potercela fare, è bene riunirsi attorno al Signore, come facciamo oggi, per gioire della sua presenza, della vita nuova e della salvezza che ci propone, come un'altra riva verso la quale dobbiamo tendere". Lo ha detto Papa Francesco nello stadio gremito del complesso sportivo Barthélémy di Bangui, in Repubblica Centrafricana, celebrando la Santa Messa. "Quest'altra riva - ha aggiunto - è, certamente, la vita eterna, il Cielo dove noi siamo attesi. Questo sguardo rivolto verso il mondo futuro ha sempre sostenuto il coraggio dei cristiani, dei più poveri, dei più piccoli, nel loro pellegrinaggio terreno".

"Voi, cari Centrafricani, dovete soprattutto guardare verso il futuro e, forti del cammino già percorso, decidere risolutamente di compiere una nuova tappa nella storia cristiana del vostro Paese, di lanciarvi verso nuovi orizzonti, di andare più al largo, in acque profonde".

E ancora nell'omelia il Pontefice ha detto: "Ogni battezzato deve continuamente rompere con quello che c'è ancora in lui dell'uomo vecchio, dell'uomo peccatore, sempre pronto a risvegliarsi al richiamo del demonio - e quanto agisce nel nostro mondo e in questi tempi di conflitti, di odio e di guerra - per condurlo all'egoismo, a ripiegarsi su sé stesso e alla diffidenza, alla violenza e all'istinto di distruzione, alla vendetta, all'abbandono e allo sfruttamento dei più deboli".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata