Catania, taglia la gola a un 14enne durante la sua festa di compleanno: arrestato ventenne

Per pura fortuna non sono stati intaccati gli organi vitali e il ragazzino non è morto

Ha tagliato la gola a un amico di 14 anni, invitato a casa sua per la sua festa di compleanno. I carabinieri di Vizzini (Catania) hanno arrestato un 20enne del posto con l'accusa di tentato omicidio.

Il giovane, domenica sera, ha invitato a casa un gruppo di amici, tra i quali un 14enne, per festeggiare il suo ventesimo compleanno. Presi da una eccessiva euforia, festeggiato e invitati sembra abbiano abusato di droga e alcol fino a perdere ogni freno inibitore. Per questo motivo, secondo i militari dell'Arma, il padrone di casa si sarebbe alzato di scatto durante la serata, sarebbe andato in cucina a prendere un coltello e, tornato indietro, avrebbe afferrato per i capelli il minorenne, pronunciando frasi deliranti, e gli avrebbe tagliato il collo da parte a parte per poi fuggire via.

Solo la repentina telefonata fatta ai carabinieri da uno degli invitati ha salvato la vita al ragazzo: l'Arma avrebbe allertato il 118 e un'ambulanza ha soccorso e trasportato la vittima all'ospedale di Lentini (Siracusa) dove i medici hanno dovuto richiudere la ferita, lunga circa 15 centimetri, e applicare 40 punti di sutura, oltre a constatare che solo per pura fatalità non erano stati intaccati organi vitali. Il ragazzino se l'è cavata con 30 giorni di prognosi. La caccia all'uomo organizzata dai carabinieri è terminata a casa di un conoscente, luogo in cui il fuggitivo stava tentando di trovare rifugio. L'arrestato, assolte le formalità di rito, è stato portato nel carcere di Caltagirone.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata