Catania, protestano per una sepoltura: aggrediti da addetto cimitero

Palermo, 21 nov. (LaPresse) - Due cittadini protestano per un problema legato alla sepoltura di un familiare e un dipendente comunale del cimitero li aggredisce con un coltello. E' accaduto a Catania e darne notizia è una nota del Comune, che annuncia il licenziamento del dipendente. L'uomo sarebbe intervenuto in una discussione tra le due vittime e un funzionario prima insultando pesantemente i due e poi aggredendoli con un coltello da sub. I due, però, hanno reagito e lo hanno bloccato, mentre il dirigente del cimitero ha chiamato la polizia. "Siamo sdegnati per quest'episodio - dice il sindaco di Catania, Enzo Bianco - e chiediamo scusa ai cittadini aggrediti. Stiamo provvedendo all'immediato licenziamento del dipendente e, come Comune, ci costituiremo Parte civile nel processo. Condanniamo fermamente l'episodio e chiunque non rispetti il nostro sistema di valori. I cittadini - conclude Bianco - si rivolgono al Comune per avere servizi ed è inimmaginabile che possano essere insultati o addirittura, come in questo caso, aggrediti con un coltello, e rischiare la vita".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata