Catania, procura: Localizzato omicida grazie a sms inviato al padre

Catania, 8 ott. (LaPresse) - "Luca Priolo ha mandato un sms al padre dal telefono di un passante. Il papà era in caserma con i carabinieri e l'ha subito mostrato ai militari. Quindi è stato possibile risalire al proprietario del telefono e alla città da cui era partito il messaggio". Così la procura di Catania ricostruisce le fasi della localizzazzione del 24enne fermato a Milano per l'omicidio della 20enne di Nicolosi, nel catanese. Il ragazzo ha confessato il delitto. "Nel messaggio - hanno spiegato ancora gli inquirenti - ha detto di essere scappato e di non preoccuparsi per lui".

"Non vi erano elementi che potessero far presagire questo tragico epilogo. Ragazza e omicida si erano visti in 'buona armonia' e avevano festeggiato il compleanno della bimba ad agosto". ha continuato il procuratore vicario di Catania.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata