Catania, morto annegato medico che era stato rapito dall'Isis
Ignazio Scaravilli era stato sequestrato in Libia nel gennaio 2015 e rilasciato il 9 giugno

Ignazio Scaravilli, medico catanese rapito dall’Isis in Libia nel gennaio 2015 e rilasciato circa sei mesi dopo (il 9 giugno), è morto annegato a Catania. Oggi attorno alle 12.30 è rimasto bloccato sulla scogliera di San Giovanni Li Cuti: i tentativi per liberarlo sono durati più di due ore ma l'uomo non ce l'ha fatta con il sopraggiungere dell'alta marea. Intervenuti sul posto vigili del fuoco, guardia costiera e polizia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata