Catania, incendio in spiaggia: bagnanti in fuga
Catania, incendio in spiaggia: bagnanti in fuga

Il rogo al Lido di Plaia: le fiamme poi estese agli altri stabilimenti balneari. Incendio anche al Lido Europa. Paura tra la gente sul litorale che è scappata. I Vigili del Fuoco: "Restate sulla battigia"

 E' scoppiato un inferno di fuoco in spiaggia a Catania. Un incendio è divampato al lido Plaia e si è esteso ad altri stabilimenti balneari nella zona del Faro, mentre un altro rogo è scoppiato all'altezza del Lido Europa che è stato quasi interamente raso al suolo dalle fiamme. All'origine probabilmente cumuli di sterpaglie di terreni privati o una dannosissima cicca di sigaretta lanciata lungo l'Asse dei Servizi. Il fuoco è stato anche alimentato dal vento di scirocco che soffia sulla città. Tanti i bagnanti, spaventati dal fuoco e intossicati dal fumo, che hanno cercato di mettersi in salvo. Nel frattempo, viale Kennedy è presidiato da vigili del fuoco e forze dell'ordine, la circolazione è stata chiusa.

A Catania vento e caldo hanno anche alimentato fenomeni di 'spotting', ossia la proiezione di faville incandescenti anche a grandi distanze. Gli stabilimenti balneari della Plaia e di lido Europa sono andati in parte distrutti, ma non si registrano, al momento feriti. I vigili del fuoco invitano le persone a "rimanere sulla battigia" e a "non tentare di rientrare a casa" per tenere libere le vie di accesso ai mezzi di soccorso e visto che le fiamme sono presenti anche sulla strada. Un altro rogo è divampato in via Anfuso nel quartiere di Ognina. Le fiamme si sono sviluppate in un'area dove sono presenti i ricoveri di fortuna di due famiglie di senzatetto che sono state, adesso, evacuate. Anche in questa zona della città sono al lavoro i vigili del fuoco.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata