Catania, confiscati beni per 3 milioni a esponente del clan Cappello

Palermo, 23 ott. (LaPresse) - Confisca da circa tre milioni di euro da parte del Comando provinciale della guardia di finanza di Catania nei confronti di Agatino Litrico, 41 anni, ritenuto appartenente al clan mafioso dei Cappello. Confiscati tre immobili e tre appartamenti nel capoluogo entro, oltre a una ditta individuale dedita alla pesca a strascico. Sigilli definitivi anche a un peschereccio, il 'Caimano', un'auto, un furgone, due depositi a risparmio e un conto corrente bancario.

Il provvedimento è stato deciso dalla sezione Misure di prevenzione del tribunale di Catania. Litrico era stato arrestato nel 2009 per traffico di droga. Le indagini del nucleo di polizia tributaria sulla sproporzione tra il tenore di vita di Litrico e i redditi dichiarati hanno portato le fiamme gialle a una conclusione: le 'condotte criminose' dell'uomo hanno portato a una accumulazione 'indebita' di ricchezza nel corso degli anni. Da qui la proposta di confisca avanzata alla magistratura.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata