Caso Rosboch, pistola ritrovata forse già usata in altro omicidio
L'ipotesi è che ci sia una connessione con l'omicidio di Paolo Pilla a Rivalba

"Lo hanno ammazzato di spalle, come dei traditori". A parlare, a 'Pomeriggio 5' di Barbara D'Urso, è la mamma di Paolo Pilla, perito informatico ucciso a Rivalba, in provincia di Torino, il cui caso è ancora irrisolto. Il suo delitto potrebbe essere collegato alla pistola ritrovata nel caso di Gloria Rosboch, la professoressa di Castellamonte per il cui omicidio sono finiti in carcere l'ex allievo Gabriele Defilippi, la madre Caterina Abbattista e l'amante Roberto Obert. Nel corso dell'interrogatorio, Defilippi ha accusato il complice Roberto Obert di aver già ucciso una persona con quella pistola. "Spero si trovi il colpevole - conclude la mamma di Paolo Pilla -, prima di morire voglio che sia trovato. Di lui mi manca tutto".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata