Caso Loffredo, figlie di Caputo: Nostro padre è innocente
Domani parte il processo per l'omicidio della piccola Fortuna

Pomeriggio 5 affronta il caso di Fortuna Loffredo, la bambina morta a Caivano. Per l'omicidio incomincerà domani il processo con gli imputati Raimondo Caputo e la compagna Marianna Fabozzi.

"Nostro padre non può essere stato, poi ci sono i testimoni che dicono che quando la bambina è stata buttata giù, lui era insieme ad altri. Nostro padre ci manca tanto", affermano le figlie di Caputo, mandate in onda con un servizio di Pomeriggio 5. Allo stesso modo vengono trasmesse le parole del legale di Raimondo Caputo: "Sta facendo da capro espiatorio. Lui non si trovava all'ottavo piano".

In diretta, invece, a Pomeriggio 5 parla la mamma di Fortuna Loffredo, Domenica Guardato: "Penso che la maggiore colpevole della morte di mia figlia sia Marianna Fabozzi. Ci sono tanti punti da chiarire: ognuno dice la sua e non sto più capendo. Voglio la verità".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata