Caso Ancona, procuratore capo dei minori: Ragazza sapeva della pistola

Milano, 12 nov. (LaPresse) - "La ragazzina sapeva che Antonio aveva la pistola e non poteva pensare che fosse finta. E' salita in casa con il fidanzato, era con lui. Poi si è allontanata insieme". Queste le parole del procuratore capo del minori Giovanna Lebboroni rilasciate a 'Pomeriggio 5' sul caso di Ancona dove il 18enne Antonio Tagliata ha ucciso la mamma della fidanzata 15enne, Roberta Pierini, e ferito il padre della giovane, Fabio Giacconi, sotto ufficiale dell'aeronautica, che ora si trova in coma irreversibile in ospedale ad Ancona.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata