Caserta, chiusa casa per anziani abusiva: mancava anche riscaldamento

Caserta, 9 mar. (LaPresse) - Una casa per anziani con evidenti carenza igieniche è stata chiusa nel casertano. I carabinieri della Compagnia di Mondragone, insieme a quelli del Nas di Caserta, collaborati da personale sanitario dell'A.S.L. e dei servizi sociali hanno chiuso la struttura abusiva, ubicata nel comune di Castel Volturno e gestita da una coppia di coniugi. All'interno dell'abitazione ad uso civile e locata alla donna, erano ospitati, senza alcuna autorizzazione delle persone anziane, alcune delle quali affette da gravi patologie psichiche. Al loro ingresso i miliari dell'arma hanno contato 18 persone anziane che versavano, ciascuna, 700 euro mensili alla 44enne di Sessa Aurunca che gestiva la finta casa di cura. All'interno dell'appartamento, privo di impianto di riscaldamento vi erano posti letto ovunque, anche nel corridoio e in cucina. In ogni piccola stanza gli anziani dormivano almeno in cinque. Nella struttura, chiamata Villa Daniela, è stata riscontrata la mancanza dei minimi requisiti igieico-sanitari. Gli anziani, al momento, sono stati allontanati e ricondotti presso le rispettive famiglie d'origine o presso idonee strutture a più alto grado assistenziale. Sono in corso accertamenti volti a definire la posizione dei due coniugi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata