Caserta, 12enne violentata resta incinta e tenta suicidio con candeggina

Caserta, 9 nov. (LaPresse) - Una ragazzina di 12 anni ha subito abusi sessuali per diversi mesi da un 38enne e, dopo essere rimasta incinta, ha tentato il suicidio ingerendo della candeggina. La minore, ghanese, abita a Castel Volturno (Caserta) con la famiglia, ed è stata ricoverata in un ospedale napoletano. La polizia ha fermato un ghanese con l'accusa di abusi sessuali su minore. Il provvedimento di fermo deve essere convalidato dalla autorità giudiziaria. Il presunto stupratore, che è stato fermato dagli agenti del commissariato di polizia di Castel Volturno (Caserta), avrebbe corteggiato la 12enne e ne avrebbe poi abusato sessualmente.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata