Carceri, detenuto evade dallo Spallanzani di Roma

Roma, 19 set. (LaPresse) - Un detenuto di nazionalità italiana, tossicodipendente, è evaso questa sera intorno alle 19 dall'Istituto nazionale per le malattie infettive Spallanzani di Roma. Secondo quanto si apprende l'uomo, che deve scontare tre anni di pena residua, era ricoverato all'ospedale ed era piantonato da personale della polizia penitenziaria del nucleo Roma-Rebibbia.

"Questo episodio - spiega Leo Beneduci, segretario nazionale dell'Osapp (Organizzazione sindacale autonoma polizia penitenziaria) - non credo che interesserà molto la politica italiana. In Lazio mancano 895 agenti di polizia penitenziaria, quasi il 25% della forza attualmente in organico, ma al governo non importa e la disattenzione da parte dell'esecutivo è assoluta. Il 21 settembre saremo in piazza per protestare contro i tagli alle carceri e al personale e sarà la prima di una lunga serie di manifestazioni".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata