Carceri, 25enne si suicida nel centro clinico di Regina Coeli

Roma, 30 lug. (LaPresse) - Un tunisino di 25 anni si è suicidato nella notte nel centro clinico del carcere di Regina Coeli. E' quanto hanno fatto sapere il garante dei denutenuti del Lazio, Angiolo Marroni, e il direttore del centro Mauro Mariani, nel corso di una conferenza stampa convocata proprio per attirare l'attenzione sul rischio chiusura della struttura. Il giovane, hanno spiegato, era stato arrestato per rapina e lesioni e resistenza a pubblico ufficiale, soffriva di problemi psichici ed era sorvegliato a vista. Nonostante questo, è riuscito a portare a termine il suo intento suicida aspettando che si spegnessero le luci e impiccandosi utilizzando l'elastico degli slip.

"Il giovane - ha spiegato Marroni - avrebbe dovuto essere processato per direttissima, ma il procedimento era stato rinviato per fare una perizia psichiatrica che era stata fissata per il prossimo 7 agosto". Arrivato a Regina Coeli circa una settimana fa, ha raccontato ancora il garante dei detenuti, "aveva avuto un comportamento anomalo, molto aggressivo, tre poliziotti avevano fatto fatica a contenerlo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata