Capodanno, sequestrati a Vibo Valentia 380 kg di fuochi d'artificio

Vibo Valentia, 31 dic. (LaPresse) - Continuano i controlli delle fiamme gialli di Vibo Valentia a contrasto dell'illecita detenzione e commercializzazione di artifizi pirotecnici. A distanza di pochi giorni dall'ultimo ingente sequestro, i militari del nucleo mobile hanno ritirato dal mercato altri 380 chilogrammi di fuochi d'artificio illecitamente detenuti. Il sequestro è scattato a seguito di un controllo effettuato in un negozio il cui titolare, di origine cinese, era già noto alle forze dell'ordine. Il controllo ha permesso di accertare che all'interno del negozio erano esposti per la vendita, in modo pericoloso, a contatto con prodotti infiammabili, decine di scatoloni contenenti 23.954 artifizi pirotecnici, detenuti in assenza della prescritta licenza rilasciata dall'autorità di pubblica sicurezza e in assenza della necessaria certificazione sul rispetto delle prescrizioni previste dalla normativa di prevenzione incendi.

Il titolare dell'impresa è stato deferito alla locale procura delle Repubblica per il reato di commercio abusivo di materie esplodenti. Sono altresì in corso i correlati approfondimenti di natura fiscale. L'attività si inserisce nell'ambito di specifiche progettualità volte alla tutela della sicurezza dei prodotti e dei consumatori nonché alla salvaguardia della pubblica incolumità che viene costantemente svolta dai reparti della guardia di finanza nel corso dell'anno e particolarmente intensificata in questo periodo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata