Campidoglio, Raggi revoca la capo di gabinetto. Si dimette l'assessore al Bilancio
Per Anac nomina è impropria. La sindaca: "Il 'palazzo' deve essere di vetro". Atac, lasciano Rettighieri e Brandolese

E' in corso in Campidoglio una riunione di maggioranza con il sindaco Virginia Raggi dopo la revoca della nomina di capo di gabinetto a Carla Raineri, in seguito al parere dell'Anac, e alle dimissioni dell'assessore al Bilancio Marcello Minenna. A quanto si apprende sono presenti i consiglieri comunali e alcuni membri della giunta. 

LA REVOCA. Ad essere revocata era stata la nomina di Romana Raineri,  su cui già erano infuriate le polemiche per quello che era stato definito un compenso d'oro. L'annuncio era stato dato dalla sindaca stessa, Virginia Raggi, che in un post su Facebook ha rimarcato: "Trasparenza. È uno dei valori che ci contraddistingue e che perseguiamo. Per questo motivo abbiamo deciso di chiedere un parere all'Anac, l'Autorità nazionale anticorruzione, su tutte le nomine fatte finora dalla giunta. Una richiesta per garantire il massimo della trasparenza: il 'palazzo' deve essere di vetro, tutti i cittadini devono poter vedere cosa accade dentro. Questo è il M5S". Sulla base di due pareri contrastanti, ha spiegato Raggi, "ci siamo rivolti all'Anac" che, esaminate le carte, ha dichiarato che la nomina di Carla Romana Raineri a capo di gabinetto "va rivista" perchè "da ritenersi impropria. Ne prendiamo atto. Conseguentemente, sarà predisposta l'ordinanza di revoca".

LEGGI ANCHE 'Roma, capo gabinetto Raggi: Stipendio d'oro? Ci rimetto'

E altre tegole si sono abbattute sul Campidoglio: l'assessore al Bilancio Marcello Minenna secondo quanto si apprende avrebbe rassegnato le proprie dimissioni.  Inoltre Marco Rettighieri e Armando Brandolese, direttore generale e l'amministratore unico di Atac, secondo quanto si apprende, hanno rassegnato le dimissioni. I vertici della Municipalizzata del trasporto pubblico di Roma  lasciano quindi a poche ore dall'uscita di scena dell'assessore  e del capo di gabinetto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata