Campidoglio, Muraro respinge le accuse dei pm
L'ex assessore all'Ambiente della giunta Raggi è accusata di eco reati

"Gli adempimenti contestati non erano di mia competenza. Io segnalavo le anomalie ai dirigenti e ai responsabili degli impianti". Paola Muraro si è difesa durante l'interrogatorio fiume davanti ai magistrati. L'ex assessore all'Ambiente del Comune di Roma, indagata per eco reati, ha ricostruito i 12 anni di lavoro come consulente dell'Ama, l'azienda capitolina dei rifiuti. Muraro ha "respinto le accuse" ed esclude di "avere rivestito qualifiche che implicano responsabilità per reati ambientali". "Se ci sono reati sono attribuibili ai dirigenti aziendali, non a me", la linea tenuta. Nel corso dell'interrogatorio non si sarebbe parlato invece, stando ai difensori, dell'esperienza di Muraro come assessore "perché non è oggetto di indagine".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata