Campidoglio, M5S: Siamo sotto attacco, una bufala le perquisizioni
I 5 stelle si difendono: "Si é trattato di una semplice acquisizione di atti"

"Il Movimento 5 Stelle è sotto attacco e presto, mano a mano che ci avvicineremo alle politiche, sarà molto peggio. Ora si inventano vere e proprie bufale. Quanto riportato oggi da tutti i media su Virginia Raggi è falso. Contrariamente a quanto riportato dai giornali e dalle tv non c'è stata nessuna perquisizione in Campidoglio. Si é trattato di una semplice acquisizione di atti". I Cinquestelle si difendono e contrattaccano sul blog di Beppe Grillo in merito al blitz della Guardia di finanza in Campidoglio. "Hanno mentito ai cittadini - prosegue il post - facendo immaginare uno stuolo di forze dell'ordine che si aggira tra i corridoi e le stanze di Palazzo Senatorio, rovesciando scrivanie, aprendo cassetti e seminando il panico tra i dipendenti. Tutto falso". "Si è trattato di una semplice acquisizione di documenti - spiegano i pentastellati - che il Campidoglio, come ha chiarito Virginia Raggi, ha messo a disposizione dell'autorità giudiziaria dopo formale richiesta. Nulla da nascondere". "Basta falsità e bugie - insiste il M5S -, basta ricostruzioni fantasiose. La Raggi non può neppure fare un di tweet di ringraziamento per la lettera inviata da Papa Francesco, come ha fatto anche la sindaca di Barcellona, che i giornali gridano allo scandalo. Ma che avete? Vi vietano di scrivere del governo fotocopia e vi sfogate così? Il M5s è al lavoro per ripulire le macerie lasciate dal Pd e dagli altri partiti, supportati dai media, contro un'amministrazione finalmente trasparente e impegnata a curare le ferite lasciate da Mafia Capitale. Ci impegneremo a smascherare giorno per giorno tutte le falsità raccontate ai cittadini. Voi dateci una mano".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata