Campania, De Luca rinviato a giudizio per falso in atto pubblico
Al centro dell'inchiesta la variante ai lavori di piazza della Libertà a Salerno

Rinvio a giudizio per il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, per la variante ai lavori di piazza della Libertà a Salerno. I fatti risalgono al 2011, quando De Luca era sindaco della città campana: l'accusa nei suoi confronti è di falso in atto pubblico. Con il presidente della Campania andranno a processo, come deciso oggi dal gip del tribunale di Salerno, altre 25 persone tra ex amministratori, funzionari comunali, tecnici e imprenditori. Una decisione attesa, fanno sapere dalla Regione, che De Luca almeno per il momento non ha intenzione di commentare.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata