Campania,avvocato di Scognamiglio:Non conosce De Luca né altri indagati

Napoli, 11 nov. (LaPresse) - "Il giudice Anna Scognamiglio non conosce né De Luca, né gli altri signori di cui si parla, non ha avuto un contatti con loro, e se qualcuno si è speso il suo nome a sua insaputa è un problema suo". Così, raggiunto al telefono da LaPresse, il legale Giovanni Battista Vignola, che difende il giudice Scognamiglio indagato nell'inchiesta per concussione che riguarda il presidente della Regione. "Non è in ottimi rapporti con il marito", ha spiegato il legale, aggiungendo che i due "erano separati in casa". Proprio il marito, Guglielmo Manna, avrebbe parlato secondo l'accusa con l'ex capo segreteria di De Luca, Nello Mastursi, per chiedergli un favore in cambio dell'intervento della moglie su una questione che stava a cuore al collaboratore del governatore.

Scognamiglio è stata relatrice della sentenza con cui, lo scorso 22 luglio, la prima sezione civile del tribunale partenopeo ha confermato la decisione del giudice monocratico di sospendere l'efficacia della legge Severino nei riguardi di De Luca.

"Si tratta di una decisione conforme a tutte quelle precedenti e successive - precisa l'avvocato Vignola - presa all'unanimità dal collegio dei giudici, poi era scontato che si dovesse aspettare sentenza corte costituzionale. Non c'è nessuna irregolarità", dice il legale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata