Camorra, detenuto evade del carcere: catturato nel casertano
E' finito nuovamente in cella Alessandro Menditti, evaso a Frosinone il 18 marzo scorso. Ritenuto vicino ai vertici del clan di camorra Belforte, era ricercato in tutta Italia.

E' stato catturato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone il 18 marzo scorso. L'uomo è stato fermato dai carabinieri del Nucleo investigativo di Caserta a Recale, nel casertano. Manditti, ritenuto vicino ai vertici del clan di camorra Belforte, era ricercato in tutta Italia. Aveva tentato la fuga assieme al suo compagno di stanza Ilirjan Boce, albanese, rimasto ferito mentre scavalcava il muro di cinta e bloccato dalla polizia penitenziaria. Sono tutt'ora in corso le indagini da parte per accertare se ci siano stati altri eventuali complici dell'evasione. "Un plauso alle forze di polizia e ai carabinieri del nucleo investigativo di Caserta per tale arresto soprattutto anche al fine di far espletare interamente la pena al detenuto in carcere", dichiara in una nota la Federazione nazionale per la sicurezza Cisl Lazio.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata