Camorra, le mani dei Casalesi fino a Venezia: 50 arresti

L'accusa è di associazione a delinquere di stampo mafioso e altri reati gravi. Sequestrati anche beni per un valore pari a 10 milioni di euro

La camorra allunga i suoi tentacoli fino a Venezia. Dalle prime ore dell'alba la polizia del capoluogo veneto e il G.I.C.O. del nucleo di polizia economico-finanziaria Trieste, stanno eseguendo - in provincia di Venezia, Casal di Principe (Caserta) e altre località - 50 misure di custodia cautelare per associazione a delinquere di stampo mafioso ed altri gravi reati, nonché 11 provvedimenti di obblighi di dimora su richiesta della Procura Distrettuale della Repubblica di Venezia.

L'operazione, denominata 'At last', vede la partecipazione di oltre 300 uomini. Sono in corso anche sequestri preventivi per beni e valori pari a 10 milioni di euro. I dettagli dell'intervento saranno comunicati dal Procuratore Nazionale Antimafia Federico Cafiero de Raho e dal Procuratore Distrettuale di Venezia Bruno Cherchi in un incontro con la stampa alle ore 11.30 nei locali del Tribunale di Venezia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata