Calcio, Roma-Verona: un arrestato e 3 denunciati all'Olimpico

Roma, 1 set. (LaPresse) - Una persona è stata arrestata e altre tre sono state denunciate oggi allo stadio Olimpico di Roma, dove si è disputato l'incontro di calcio Roma-Hellas Verona, valevole per il campionato nazionale serie A Tim 2013/2014. Dalla questura fanno sapere che prima dell'inizio dell'incontro nei parcheggi di piazzale della Farnesina, nelle vicinanze degli ingressi settore ospiti, sono stati individuati due tifosi romanisti, di cui uno minorenne, in possesso di 2 bombe carta, un sasso, uno scaldacollo e un coltello multiuso con lama di 7 centimetri. Entrambi sono stati denunciati in stato di libertà ed è stata emessa una Daspo di tre anni al maggiorenne e di due anni al minorenne.

Durante l'avvicinamento allo stadio, riferiscono ancora dalla questura, nei pressi di Viale Boselli, alcuni pullman con a bordo tifosi veronesi, sono stati aggrediti da tifosi romanisti. La predisposizione dei servizi preventivi disposti dal Questore di Roma, Fulvio della Rocca, ha consentito l'intervento delle forze dell'ordine e ha evitato un contatto tra le opposte tifoserie, in quanto un nutrito gruppo di tifosi romanisti avevano tentato di aggredire con il lancio di sassi, bottiglie e alcune bombe carta i tifosi veronesi che si stavano dirigendo in curva nord. Tre poliziotti del commissariato Prati sono rimasti contusi ed è stato necessario il lancio di alcuni lacrimogeni.

Dopo questi momenti di tensione un tifoso giallorosso è stato arrestato. Un tifoso dell'Hellas Verona è stato denunciato in stato di libertà per aver aggredito uno steward durante le fasi di prefiltraggio in ingresso del settore ospiti. Nelle fasi di prefiltraggio e contenimento dei tifosi ospiti, sono rimasti contusi per le intemperanze degli spettatori veronesi otto steward, uno dei quali è stato trasportato al Policlinico Gemelli per ulteriori accertamenti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata