Cagliari, trovati corpi coniugi in casa: uccisi a bastonate
Sulle vittime segni di violente percosse e tagli. Irreperibile uno dei figli

Due persone sono state trovate morte in una casa a Settimo San Pietro, nel Cagliaritano. Le vittime sono due coniugi: Giuseppe Diana, del 1948, e Luciana Corgiolu, del 1954. Sui corpi sono stati trovati segni di violente percosse e di arma da taglio. Nulla a indicare invece l'utilizzo di armi da fuoco. L'ipotesi al vaglio è quella di omicidio. Le prime indicazioni fanno pensare che l'arma del delitto possa essere stata un bastone. Le indagini proseguono, sotto il coordinamento della squadra mobile della questura di Cagliari e del commissariato di Quartu Sant'Elena. A dare l'allarme che ha portato al ritrovamento dei cadaveri è stato un parente, che non vedeva i coniugi da due giorni. La morte dovrebbe risalire a circa 40 ore prima. La coppia aveva due figli. Il primo, un militare, è stato contattato e sta tornando nel luogo dove vivevano i genitori. Il secondo, classe 1988, è invece ancora irreperibile.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata