Cagliari, la sua loggia lo cacciò: massone reintegrato dal giudice

Nuoro, 4 ott. (LaPresse) - Il giudice gli ha dato ragione. Il cagliaritano Mario Stevelli, 69 anni, appartenente alla loggia massonica Heredom 1224 del Grande Oriente d'Italia da cui era stato allontanato per morosità, è stato reintegrato dal giudice civile del tribunale di Cagliari, al quale si era rivolto perché convinto di aver subito un'ingiustizia. Stevelli, consigliere della Camera di commercio e inquadrato nella loggia con il grado di ex Maestro venerabile, era quindi in regola con i pagamenti delle quote, dal momento che, come ha scritto il giudice, "la morosità superiore posta a fondamento dell'esclusione non sussiste".

"Prima di rivolgermi al giudice ordinario - dice a LaPresse - ho percorso tutte le strade interne che avevo a disposizione. Non avendo ottenuto alcun riscontro, per forza di cose ho dovuto fare in questo modo. Sapevo di essere dalla parte della ragione perché sono stato sempre in regola con i pagamenti della quota dell'associazione".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata