Cagliari, il duplice omicida Pinna evaso e subito catturato
Condannato a 20 anni, uccise due giovani nel 2015

Paolo Enrico Pinna, condannato a 20 anni di carcere per aver ucciso due giovani nel 2015, Gianluca Monni a Orune e Stefano Masala di Nule, è evaso oggi pomeriggio dal carcere minorile di Quartucciu (Cagliari). Una fuga però molto breve: Pinna, che all'epoca dei fatti era minorenne, ha utilizzato una scala per evadere e ha rubato, dopo una colluttazione, un'auto al proprietario di un terreno vicino al carcere, ma sulle sue tracce si sono subito messi sia la polizia che i carabinieri. Questi ultimi l'hanno catturato a Maracalagonis, nell'hinterland di Cagliari.

All'origine del duplice omicido una vendetta in seguito "all'affronto" subito durante una festa di paese. In quell'occasione Pinna, insieme al cugino Alberto Cubeddu, aveva infastidito la ragazza di Monni e il giovane era intervenuto in difesa. Per questo gliel'avevano giurata. Pinna si servì di un'auto e uccise Masala per ottenere la sua Opel e far ricadere la colpa su di lui. 

 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata