Brindisi, Vendola: Bene inquirenti, resta aperta questione movente

Bari, 7 giu. (LaPresse) - "Credo che dobbiamo esprimere la soddisfazione per la capacità degli investigatori e della magistratura di essere riusciti a darci il nome, di indicarci il volto di un assassino. Penso che sia stato fatto un lavoro straordinario dal punto di vista della ricerca dell'autore di un delitto così efferato". Lo dichiara in una nota il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, commentando gli sviluppi che ci sono stati nelle indagini sulla strage di Brindisi con l'arresto del commerciante di Copertino. "Resta naturalmente aperta - prosegue Vendola - la questione della ragione, di quale sia stato il movente. Insomma abbiamo un assassino, dobbiamo attendere ora, con la pazienza che abbiamo avuto finora, la ricostruzione di questa terribile storia". Resta però intatto il dolore per quello che è successo davanti ad una scuola, di un sabato mattina, di una giornata che doveva essere di festa e che è diventata di tragedia", conclude il governatore della Puglia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata