Brindisi, Vantaggiato: Ho fatto un altro attentato nel 2008

Lecce, 18 giu. (LaPresse) - Giovanni Vantaggiato, durante l'interrogatorio nel carcere di Lecce, ha ammesso di essere responsabile anche di un altro attentato: quello compiuto nel febbraio del 2008 a Torre Santa Susanna, in provincia di Brindisi, contro Cosimo Parato, da lui accusato di averlo truffato. In quella occasione, un ordigno collocato su una bicicletta nel giardino condominale della vittima, fu fatto esplodere e nello scoppio la vittima rimase gravemente ferita. A renderlo noto Franco Orlando, legale dell'uomo reo confesso delle bombe di Brindisi, davanti alla scuola 'Morvillo Falcone', in cui morirono Melissa Bassi, 16 anni, e rimasero ferite altre 5 studente

Tre ore. Tanto è durato il nuovo interrogatorio nel carcere di Vantaggiato, l'uomo reo confesso della bomba di Brindisi, in cui morì la 16enne Melissa Bassi e rimasero ferite altre cinque studentesse della scuola. Accusato di strage in concorso, Vantaggiato è stato interrogato dai magistrati Milto De Nozza e Guglielmo Cataldi. All'interrogatorio ha assistito anche il suo avvocato, Franco Orlandi, che si trova tutt'ora in carcere. La difesa ha nominato come perito di parte il famoso criminologo, Francesco Bruno.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata