Brindisi, sequestro da 1,2 mln euro a boss sacra corona unita

Lecce, 16 ott. (LaPresse) - Un patrimonio da 1 milione e 200 mila euro è stato posto sotto sequestro dalla direzione investigativa antimafia di Lecce. I beni mobili e immobili appartengono al cinquantenne Giancarlo Capobianco, noto pregiudicato di Francavilla Fontana (Brindisi), condannato in primo grado a otto anni di reclusione per avere fatto parte della fazione 'mesagnese' della 'sacra corona unita', come referente nella città di Francavilla Fontana. Il provvedimento di sequestro anticipato è stato emesso dal presidente del tribunale di Brindisi a seguito della proposta di misura patrimoniale avanzata dalla Procura della Repubblica di Lecce, a conclusione di articolate indagini patrimoniali svolte dalla sezione operativa di Lecce, che hanno consentito di accertare una sproporzione di 800 mila euro tra i redditi dichiarati da Giancarlo Capobianco e dai suoi familiari e il patrimonio a lui riconducibile.

Il valore dei beni sequestrati ammonta a 1 milione e 200 mila euro e sono situati tutti tra Francavilla Fontana e Oria in provincia di Brindisi. Il sequestro riguarda 2 terreni agricoli a Oria; 2 appartamenti a Francavilla Fontana; 1 suolo edificatorio nella Zona Industriale di Francavilla Fontana; 1 antica dimora padronale con parco a Francavilla Fontana; 1 villetta ubicata nelle campagne di Francavilla Fontana; 4 autovetture. I dettagli dell'operazione saranno resi noti dal procuratore della Repubblica di Lecce nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle 10.30 in via Del Delfino 7 presso gli uffici della direzione investigativa antimafia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata