Brindisi, arrestato sindaco Consales per corruzione in gestione rifiuti
"La Regione Puglia ha fiducia nella Magistratura di Brindisi" è il commento del presidente Michele Emiliano

La polizia ha arrestato il sindaco di Brindisi Cosimo Consales, un commercialista e un imprenditore con l'accusa, in concorso, di abuso d'ufficio, corruzione, concussione e truffa nell'ambito di un'indagine sulla gestione dei rifiuti.

Per il primo cittadino e il commercialista sono scattati i domiciliari, l'imprenditore invece è stato portato in cacere. Consales è stato eletto nel 2012 nelle liste del Pd, ma si è autosospeso dal partito non appena sono iniziate le sue disavventure giudiziarie nel 2013.

"La Regione Puglia ha fiducia nella Magistratura di Brindisi e ne sostiene l'opera da mesi commissariando ciclo dei rifiuti della provincia". Lo scrive su Twitter il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano in merito all'arresto del sindaco di Brindisi Cosimo Consales.

 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata