Brescia, scontro sull'A21. Polstrada: "Il camionista era distratto"
Sarebbe questa la causa del grave incidente in cui sono morte sei persone. Scientifica al lavoro per identificare le vittime

Il camionista era distratto. Proprio questa disattenzione sarebbe la causa principale del grave incidente avvenuto sull'A21, in cui sono morte sei persone, tra cui due bambini. "A provocare l'incidente sulla A21 - dichiara a LaPresse la comandante della polizia stradale di Brescia, Barbara Barra - è stata quasi sicuramente la distrazione del camionista che ha tamponato l'automobile con targa francese con a bordo cinque persone, morte carbonizzate, e poi l'autocisterna". 

"Ieri, al momento dell'impatto, tutti i veicoli erano in fase di rallentamento e la situazione era debitamente segnalata, sia con pannelli che con personale sul posto - continua la comandante della Polstrada di Brescia -. A pochi chilometri di distanza dal luogo dell'impatto si era verificato un primo incidente stradale, e i mezzi di soccorso stavano operando. Per questo motivo erano già state segnalate le uscite e si erano creati incolonnamenti". Per Barra "l'uomo alla guida del camion di ghiaia non poteva non essere consapevole della situazione, debitamente segnalata" e "può darsi che abbia perso il controllo del veicolo non riuscendo ad arrestarlo negli spazi consentiti, molto probabilmente per una distrazione".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata