Brescia, salva la speleologa bloccata in una grotta da domenica

Brescia, 15 nov. (LaPresse) - Si è conclusa con successo questa mattina alle ore 06,40 l'intervento di soccorso speleologico alla grotta Omber En banda al Büs del Zel. La ragazza tratta in salvo, Anna Bonini, 37 anni, speleologa di Brescia, si era fratturata la gamba sx domenica pomeriggio intorno le 14,00, scivolando da un salto di 3 metri circa, durante un'escursione nella grotta, alla profondità di circa 250m. Per trasportare Anna Bonini è stato necessario allargare alcuni tratti molto stretti della grotta, per questa operazione si sono dedicati 8 volontari tramite l'uso di micro cariche, hanno demolito piccole porzioni di roccia consentendo il passaggio della barella. Durante l'intervento, durato complessivamente 35 ore circa (di cui 25 ore di trasporto barella), si sono alternate 3 squadre di medici ed infermieri (7 componenti la Commissione Medica Cnsas) e 3 squadre di tecnici per il recupero (69 tecnici Cnsas). In grotta hanno operato in totale 84 tecnici per una media di 12 ore/uomo di lavoro. Il recupero in grotta si è svolto senza particolari intoppi, l'infortunata è stata per la maggior parte del tempo, vigile e collaborativa, dimostrando un'eccezionale forza d'animo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata