Brescia, omicidio di Daniela Bani: arrestato il marito latitante in Tunisia

La donna è stata assassinata nel 2014 e lui non aveva mai scontato la pena perché si era rifugiato nel suo Paese per scappare alla giustizia

È stato arrestato dalla polizia tunisina Chaanbi Mootaz, cittadino tunisino destinatario di provvedimento restrittivo italiano esteso a livello internazionale dall'autorità giudiziaria di Brescia. L'uomo è autore dell'omicidio della moglie Daniela Bani avvenuto a Palazzolo sull'Oglio (BS) nel settembre del 2014.

La donna era stata uccisa con decine di coltellate e l'uomo era scappato nel Paese natale per evitare la galera. La coppia aveva due figli piccoli, che ora sono in Italia con i nonni materni. La madre della vittima, Giuseppina, poche settimane fa aveva rivolto un appello pubblico al ministro dell'Interno Matteo Salvini affinché si interessasse della vicenda. Il titolare del Viminale aveva risposto chiedendo informazioni a Tunisi e la situazione, dopo oltre 4 anni dall'omicidio, si è finalmente risolta

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata