Bortuzzo, due sospettati confessano. L'avvocato: "Un tragico errore"

Si sono consegnati alle forze dell'ordine e hanno confessato i due giovani che a Roma hanno ferito a colpi di pistola il nuotatore 19enne Manuel Bortuzzo. "Abbiamo sparato per errore", hanno detto i due ragazzi. "Non volevano colpire, erano spaventati dopo una rissa", spiega Alessandro De Federicis, legale di Lorenzo Marinelli, uno dei fermati.