Borghezio condannato per gli insulti razziali a Kyenge
Multa e danni per cinquantamila euro

 La quarta sezione penale del tribunale di Milano ha condannato l'europarlamentare della Lega Nord Mario Borghezio a pagare una multa di 1000 euro per il reato di diffamazione aggravata da discriminazione razziale in relazione gli insulti nei confronti dell'ex ministro Cecile Kyenge in una telefonata a 'La Zanzara' su Radio24 il 29 aprile 2013. L'esponente del Carroccio dovrà anche versare un risarcimento di 50mila euro all'ex ministro. I giudici di Milano hanno riqualificato il reato da 'propaganda di idee fondate su odio razziale' a 'diffamazione aggravata'. Kyenge, attraverso il suo legale di parte civile, l'avvocato Gian Andrea Ronchi, aveva chiesto un risarcimento di 140 mila euro. Il pm Piero Basilone nella sua requisitoria aveva chiesto una multa di 6mila euro. L'avvocato di Borghezio, Guido Anetrini, aveva invece chiesto l'assoluzione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata