Bolzano, ritrovati morti i due ragazzi dispersi sul Gran Zebrù
I due erano legati insieme e sono caduti mentre scalavano la parete per raggiungere la vetta

I due giovani vicentini dispersi sul Gran Zebrù, in Alto Adige, sono stati trovati senza vita. Il Corpo nazionale del Soccorso alpino e speleologico ha rintracciato questa mattina intorno alle 9 i corpi di Davide Zanon, 21 anni, di San Floriano di Marostica e Deborah Meneghin, 22 anni, di Rosà.

LEGGI ANCHE Cuneo, cade durante arrampicata: morta 52enne

I due ragazzi, entrambi esperti di montagna, erano partiti tra sabato e domenica dal rifugio Canton per la vetta alta 3857 metri del Gran Zebrù, del gruppo Ortles-Cevedale, in provincia di Bolzano. Da ieri sera non si avevano più loro notizie. Sono quindi partiti i sopralluoghi con gli elicotteri, poi sospesi durante la notte per il maltempo e la poca visibilità. Secondo le prime ricostruzioni i due erano legati insieme e sono caduti mentre scalavano la parete per raggiungere la vetta. Sono in corso le fasi di recupero dei corpi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata