Bologna, writer Blu cancella murales per protesta
"A Bologna non c'è più Blu e non ci sarà più finché i magnati magneranno", scrive l'artista

Il writer Blu, uno degli artisti urbani più noti al mondo, ha cancellato alcuni dei suoi murales a Bologna in protesta contro la mostra 'Street Art. Banksy Art & Co', che ospiterà anche alcune delle sue opere. Sul proprio blog Blu oggi scrive: "A Bologna non c'è più Blu e non ci sarà più finché i magnati magneranno. Per ringraziamenti o lamentele sapete a chi rivolgervi". Già dalla notte decine di persone hanno cancellato almeno una decina di graffiti lasciati negli anni da Blu sopra i muri di Bologna, come confermato sul proprio blog dal collettivo di scrittori Wu Ming. Blu, che ha sempre ideato grandi murales con temi sociali, fu inserito dal Guardian nel 2011 tra i dieci migliori artisti di strada del mondo.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata