Bologna, uccide la moglie 79enne e confessa: Lei voleva andarsene

Bologna, 26 nov. (LaPresse) - L'ha uccisa con un colpo di pistola alla nuca, prendendola alle spalle e in silenzio "perché fosse per lei più indolore possibile". Perché "se ne voleva andare". Così Luciano Zironi, 79 anni, dipendente di banca in pensione, ha motivato e raccontato a polizia e magistrato gli attimi in cui, ieri intorno alle 18.30, ha perso il controllo e ha ucciso la moglie Bruna Belletti, coetanea sposata 55 anni fa e dalla quale aveva avuto una figlia, la prima ieri ad essere avvisata della tragedia. L'uomo, che ha ucciso la moglie nella cucina di casa, in via San Donato, dopo la lunga confessione resa in questura al sostituto procuratore Marco Mescolini e alla squadra mobile (che si occupa delle indagini insieme alle volanti, le prime a intervenire) nella notte è stato sottoposto ad arresto per omicidio aggravato dal vincolo del coniugio, ed è ora al carcere della Dozza in attesa che si decida la misura in ragione dell'età e dei problemi di salute di cui soffre.

Luciano Zironi, che è assistito dall'avvocato Virginia Falbo, non ha lasciato spazio nella sua confessione ad altre interpretazioni: "Sono consapevole del gesto atroce che ho compiuto", avrebbe detto, "l'ho fatto per la disperazione che mia moglie manifestava a causa delle gravi patologie di cui soffriva". Era ammalata, Bruna Belletti, e ultimamente i litigi erano aumentati anche se i vicini non se ne erano mai accorti. Ieri, in particolare, nel loro appartamento al civico 42, all'imboccatura del ponte San Donato, i toni della discussione, "la solita discussione" secondo l'uomo, sono saliti: tanto che lei, seduta in cucina, "continuava a ripetere 'io me ne vado'".

Zironi, appassionato di armi (era frequentatore del poligono e istruttore di tiro, e deteneva regolarmente sei pistole), è andato a prendere una 7.65 dalla cassaforte, l'ha caricata in silenzio e giunto alla porta le ha sparato alla testa. Ha scaricato il caricatore, riposto l'arma e chiamato la figlia, che abita vicino a loro. "Ho perso il controllo - ha detto al pm - ma se potessi tornare indietro non lo rifarei".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata