Bologna, morto gemello del neonato gettato nel cassonetto

Bologna, 22 lug. (LaPresse) - E' morto questa mattina all'ospedale di Sant'Orsola di Bologna il piccolo di circa 23 settimane dato alla luce giovedì notte da una ragazza di 21 anni. La donna, italiana, era arrivata al nosocomio con un'emorragia e durante il travaglio i sanitari si erano accorti che si trattava di un parto gemellare. Del secondo bambino, però, non c'era traccia. I medici hanno così chiamato la polizia, che in breve tempo ha scoperto che la giovane aveva partorito il primo bambino a casa e lo aveva poi gettato nella spazzatura, dove è stato trovato il corpicino. La procura di Bologna ha aperto un'inchiesta sull'accaduto. Il gemellino morto questa mattina si trovava in terapia intensiva, ma le sue condizioni erano apparse subito molto gravi. La 21enne è ancora ricoverata in ospedale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata